Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Lun, 26/06/2017 - 10:53
sei qui: Home > Ultim'ora > Acqua contaminata da Tito a San Nicola di Melfi. Indaghi la Magistratura

Ultim'ora Basilicata

Basilicata24 in edicola

Acqua contaminata da Tito a San Nicola di Melfi. Indaghi la Magistratura

Il Consorzio Industriale di Potenza ha smaltito rifiuti pericolosi in un depuratore non autorizzato a Melfi? Sono veri gli altri fatti gravissimi?

di Redazione Basilicata24

La prima pagina del numero 13 in edicola La prima pagina del numero 13 in edicola

Da oggi in edicola il numero 13 di Basilicata24 Il Giornale d'Inchiesta. Argomenti in prima pagina: Clicca

E’ vero che il Consorzio Asi di Potenza ha smaltito un grosso quantitativo di acque industriali contaminate contenenti sostanze pericolose e inequivocabilmente inquinanti presso l’impianto di depurazione di proprietà del Consorzio medesimo sito a San Nicola di Melfi? E che tale impianto non era assolutamente attrezzato, né autorizzato per quel tipo di smaltimento?

E’ vero che per smaltire tali sostanze pericolose il Consorzio ha utilizzato un codice di identificazione dei rifiuti diverso da quello che avrebbe dovuto utilizzare?

E’ vero che  non è possibile sapere come siano state smaltite le acque contaminate emunte dai piezometri nel periodo 2003-2008 perché sono scomparsi i documenti?

E’ vero che la ditta Lucana Spurghi di Tito nei formulari di trasporto delle acque viene identificata quale produttrice dei rifiuti invece che solo trasportatore, essendo il produttore il Consorzio Asi?

Gli atri argomenti della settimana:

Matera, la Gravina malata- viaggio tra le contaminazioni di oggi e gli sperperi di ieri

Fiumi violentati - la vicenda della Inerco srl

Storie- un uomo aspetta giustizia da 15 anni

l'Opinione- La dieta della politica lucana

Basilicata24 dalla parte dei cittadini, ogni sabato in edicola

 

Sab, 19/11/2011 - 16:25
Stampa