Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Sab, 29/04/2017 - 19:51
sei qui: Home > Il sociale > Terzo settore > Allungando il braccio si salva una vita

Terzo settore Basilicata

Allungando il braccio si salva una vita

Donatori di sangue lucani in trasferta a Bari per la Seconda Giornata nazionale Fidas

di Redazione Basilicata24

Il premio a carmen Lasorella Il premio a carmen Lasorella

Trasferta pugliese per la Fidas Basilicata. Una rappresentanza lucana ha preso parte domenica 2 ottobre alla Seconda Giornata nazionale Fidas, organizzata per festeggiare  i suoi 450mila volontari del sangue che da Sud a Nord allungano periodicamente il braccio per il prossimo.


A Bari l’Associazione “Federazione Pugliese Donatori Sangue”, articolata in 45 sezioni comunali nelle province di Bari, BAT e Taranto, ha organizzato per l’occasione una grande serata di spettacolo nella sala teatro del Multisala Showville, cui ha preso parte una rappresentanza della Fidas Basilicata, guidata da Antonio Bronzino, vice presidente nazionale, Paola Saraceno vicepresidente Fidas Basilicata e Corrado Danzi  responsabile sanitario della Fidas Matera.La manifestazione è stata articolata in due tempi, il primo teso a rimarcare i valori associativi e il secondo di festa, con la musica e le gag comiche degli straordinari giovani musico-cabarettisti della Rimbamband che hanno portato in scena lo spettacolo “Il sol ci ha dato alla testa”, apprezzatissimo dagli oltre settecento donatori pugliesi che gremivano il teatro.In Italia nel 2010 sono state raccolte 2,6 milioni di unità di sangue intero e 500 mila di emocomponenti in aferesi. I donatori della Fidas sono protagonisti importanti di questa gara di solidarietà, costituendo il 25% dei donatori periodici italiani.Sul palco del teatro Showville sono stati assegnati due premi davvero speciali. Il primo a Roberto D’Alessandro, socio tra i più attivi della FPDS-FIDAS e presidente del comitato organizzatore del XX Campionato Mediterraneo di Karate che si è recentemente svolto a Bari. La motivazione è quella di avere promosso a livello nazionale il protocollo d’intesa tra la FIDAS e la FILJKAM  Federazione Italiana Judo, Lotta, Karate, Arti Marziali), grazie al quale si parla di dono di sangue in migliaia di palestre italiane.Alla giornalista lucana Carmen Lasorella è stato conferito il premio delle Associazioni del dono pugliesi federate alla FIDAS “Un amico per la Comunicazione 2011”. Da sempre vicina alla Federazione, ha firmato per la FIDAS Basilicata nel 2008 la campagna di comunicazione “Rosso Vita”, ha tenuto una lezione-incontro sulla comunicazione sociale in occasione del meeting nazionale giovani FIDAS che si è svolto a Matera nel marzo scorso, ha poi ospitato sull’emittente radio-televisiva San Marino RTV da lei diretta gli spot televisivi realizzati nel 2011 “ogni donatore FIDAS gareggia per la vita”.Con il nostro entusiasmo – ha detto Antonio Bronzino nel consegnare il riconoscimento – cerchiamo di contagiare chi ancora ha remore e timori ad accostarsi alla donazione del sangue.

Mar, 04/10/2011 - 17:36
Stampa
Allungando il braccio si salva una vita - immagine 0