Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Gio, 23/02/2017 - 21:25
sei qui: Home > Il sociale > La cooperazione sociale lucana incontra l’assessore Franconi

Il sociale Basilicata

politiche sociali

La cooperazione sociale lucana incontra l’assessore Franconi

Bruno: "Per condividere la nuova strategia del prossimo welfare lucano"

di Redazione Basilicata24

Giuseppe Bruno, portavoce Aci sociale Giuseppe Bruno, portavoce Aci sociale

Dopo un lavoro di concertazione a partire dalla emanazione delle linee guida dei nuovi piani socio assistenziali, la cooperazione sociale di Agci, Confcooperative e Legacoop, riunite nell'Alleanza per le cooperative sociali, incontra l'assessore Franconi. “In questi mesi - dichiara il portavoce dell'Aci Sociale, nonché presidente di Confcooperative Basilicata, Pino Bruno - "sono stati diversi i momenti di incontro che il dipartimento ha promosso per condividere la nuova strategia del prossimo welfare lucano. Incontri ai quali la cooperazione ha sempre portato un contributo costruttivo e non lesivo di quanto sino ad oggi costruito". Alle linee guida e al piano deliberato nel mese di marzo dell'anno corrente, si aggiunge il lavoro di concertazione fatto per il piano straordinario della disabilità, per le sezioni primavera e per le nuove linee guida dei servizi educativi. "La politica che mette in primo piano il sistema di welfare e il sistema educativo in primis denota attenzione per la comunità" continua Bruno. I dibattiti di questi giorni sul sistema educativo, tutti condivisibili, devono trovare momenti di condivisione costruttiva a partire da quanto l'istituzione propone. Atteggiamento propositivo che la cooperazione sociale non ha mai fatto mancare e che oggi, grazie al contributo anche del terzo settore e delle parti sindacali, discute non solo di un nuovo sistema di welfare che attendeva l'ammodernamento da oltre quindici anni ma anche di un nuovo sistema educativo. E' però importante che la Regione investa ulteriori risorse economiche dalla nuova programmazione verso l'infanzia e che definisca un riferimento dedicato nel dipartimento sul welfare affinché siano evitate possibili confusioni tra i Comuni sul piano operativo.

Lun, 05/09/2016 - 09:16
Stampa