Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Sab, 21/01/2017 - 16:34
sei qui: Home > Rubriche > I consigli del cuoco > I cavatelli con le zucchine essiccate al sole che faceva mia nonna

I consigli del cuoco Basilicata

I cavatelli con le zucchine essiccate al sole che faceva mia nonna

cavatelli cavatelli

Premetto che non sono una cuoca professionista. Sono una cuoca per passione. Amo sperimentare e studiare nelle cucine dei grandi chef. La cucina lucana  è un classico e dunque per questo primo appuntamento con voi lettori partirò proprio da una ricetta delle nostre nonne che mi perdonerete se non ha nomi altisonanti o ingredienti blasonati. Vi presento, infatti una pasta che mangiavano i contadini contadini lucani. Li chiamavano i cavatelli della festa.

Ingredienti per quattro persone. 400 grammi di cavatelli, se possibile, fatti a mano. Tre zucchine essiccate al sole. (Ricordate quelle che le nostre nonne appendevano ad asciugare sulle canne? Si proprio quelle. Chiaro che dovete prepararvele qualche giorno prima). Due pomodori. Aglio e menta e olio extravergine d'oliva.

Preparazione: Intanto che si fa bollire l'acqua per la pasta, in una padella versate dell'olio di oliva , aggiungete l'aglio. Aspettate alcuni secondi e aggiungete le zucchine secche sminuzzate con le mani. Abbassate la fiamma per evitare che si bruci tutto. Fate cuorere per tre o quattro minuti dopodichè aggiungete i pomodori tagliati a pezzetti a cui avrete tolto la pelle. Fate cuorere per due minuti, non di più, e spegnete. Quando l'acqua bolle calate i cavatelli, a cottura ultimata scolateli e fateli saltare nella padella con il condimento. Impiattate e cospargete di menta tritata.

Buon appettito....ah dimenticavo il vino...io i cavatelli della festa li ho serviti con un bianco rotondo e profumato. I miei ospiti hanno gradito.

Scrivetemi se volete parlare con me. Alla prossima

Sab, 27/08/2011 - 07:17
Stampa