Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Mar, 27/06/2017 - 20:46
sei qui: Home > L'opinione > Interventi e commenti > Trasporti, settore sofferente in Basilicata

Interventi e commenti Basilicata

sindacati

Trasporti, settore sofferente in Basilicata

"Problema ben noto alla politica lucana che sembra non vedere"

di Redazione Basilicata24

Trasporti, settore sofferente in Basilicata

“Oramai si fa’ finta di non capire sulla grave situazione del trasporto pubblico locale in Basilicata senza che minimamente la problematica si affrontata trovando gli adeguati rimedi. Come Ugl continueremo a denunciare una situazione di grave, pericolosa, esplosiva crisi con il mancato rimborso ritardato di ormai un anno nei pagamenti delle spettanze alle aziende il quale tutto si ripercuote sicuramente in un duplice impatto negativo: oltre a mettere a rischio la stabilità finanziaria delle aziende ne limitano la competitività nel settore del TPL come degli altri mercati bloccandone progettualità, pianificazione e sviluppo con grave danno per l'economia regionale già fortemente recessiva. E’ un problema ben conosciuto e noto alla politica regionale che passa da un convegno all'altro sullo sviluppo del Mezzogiorno per poi contribuire negativamente, incapace e insolente, nel risolvere il problema”. Lo sostiene il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano per il quale, “da domenica scorsa 11 giugno, da quando ho avvertito gli Agenti della Polizia stradale di Policoro sull’inefficienza di un mezzo pubblico, nulla è cambiato. Tolto il sanzionamento all’azienda per l’inadeguatezza del mezzo e il danno lavorativo agli operai che dovevano raggiungere l’Fca di Melfi, il nostro auspicio era che dall’episodio ciascuno per le sue competenze potesse guardare con attenzione ed impegno al settore del trasporto pubblico locale in Basilicata per assicurare certezze alle imprese concessionarie, condizioni di salvaguardia e diritti ai lavoratori, servizi con standard di qualità agli utenti, cose che fino ad oggi continuano a mancare. I ritardi nel pagamento degli stipendi dei lavoratori, determinati dal mancato pagamento delle spettanze alle aziende, stanno mettendo a dura prova gli addetti del settore, aziende, dipendenti e utenti, dove la serenità per tutti viene meno e il rendimento sul lavoro ne risente. Non ne risentono – aggiunge Giordano – i proclami propagandistici dei politici dove da tempo, precisamente dal 2010, invece, si parla di una somma destinata che la Regione Basilicata ad ogni occasione dice di voler concedere come contributi per l'acquisto di nuovi mezzi alle aziende del settore: somma che potrebbe aggirarsi intorno ai 10 milioni di euro per l’intero comparto, ma finora queste somme non si sono viste. Come Ugl, avvertiamo le Prefetture di Potenza e Matera che ciò potrebbe essere causa per legittimo e giustificato blocco delle attività legate al trasporto pubblico urbano ed extra urbano in Basilicata per la mancata corresponsione alle imprese esercenti delle spettanze per i servizi trasportici assicurati, oltre che una serie di altre inadempienze che si riflettono negativamente sulla organizzazione e gestione dei servizi del trasporto nella intera regione. Siamo stufi e stanchi di sentire proclami. Il nostro augurio è che – conclude Giordano –si risolva ad oras il problema economico, sintomatico di una sofferenza del settore che sconta diversi problemi imputabili esclusivamente agli Enti competenti”.

Sab, 17/06/2017 - 10:35
Stampa