Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Mer, 24/05/2017 - 21:06
sei qui: Home > L'opinione > Interventi e commenti > Lavori allo Stadio di Potenza e mazzette, "il sindaco faccia chiarezza"

Interventi e commenti Basilicata

inchiesta eipli

Lavori allo Stadio di Potenza e mazzette, "il sindaco faccia chiarezza"

L'interrogazione del consigliere Vigilante

di Redazione Basilicata24

Lavori allo Stadio di Potenza e mazzette, "il sindaco faccia chiarezza"

Fummo facili profeti! Con il collega Savino Giannizzari, diversi mesi fa, chiedemmo approfondimenti sull'affidamento dei lavori per la messa in funzione degli impianti polisportivi dello stadio Viviani, risalente a febbraio 2016 per un importo totale di oltre 532mila euro. Innanzitutto, ci sembrava quantomeno inopportuna la presenza di un consigliere comunale di maggioranza tra gli agenti commerciali della ditta che poi vinse l'appalto. Ma soprattutto, ci sembrava anomalo il ribasso di quella gara rispetto alle altre, circostanza sospetta che avrebbe certamente richiesto una verifica, da parte del Comune, sul comportamento dei tecnici comunali che si erano occupati dell'appalto. Per fortuna, contrariamente al Sindaco, la procura ha ascoltato la nostra denuncia. Oggi, alla luce dei fatti emersi dalle indagini della Procura, chiediamo al Sindaco: se è vero, come sostengono gli inquirenti, che l'ing. Cerverizzo era così vicino alla ditta (di cui il consigliere Calò è agente commerciale) da avere addirittura "truccato" l'appalto per favorirla, come mai l’amministrazione scelse proprio lui per gestire quest'appalto? L'ingegnere Cerverizzo, scelto dal Comune, aveva particolari esperienze curriculari, era un esperto in impiantistica sportiva? Da quello che apprendiamo dalla stampa, no di certo! Dobbiamo allora credere che aveva solo buone amicizie in Comune? Le nostre sono domande inquietanti e sono la conseguenza della mancanza di trasparenza tenuta finora dal sindaco De Luca. A tali domande, crediamo, il sindaco deve dare una risposta, smettendo di trincerarsi dietro le solite scuse e pubblicando, finalmente, i criteri di selezione del progettista incaricato, cosa che al tempo, nonostante le richieste dell'opposizione, non è stata fatta. Torniamo a ripetere un concetto che riteniamo fondamentale: se si vuole che i cittadini tornino a credere nella politica, bisogna fugare qualsiasi occasione che possa alimentare dubbi in merito alla correttezza e all'imparzialità dell'amministrazione.

Consigliere Antonio Vigilante LISTA CIVICA PER LA CITTA'

Gio, 16/02/2017 - 11:44
Stampa