Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Lun, 22/05/2017 - 20:04
sei qui: Home > L'opinione > Interventi e commenti > Emergenza neve a Pisticci: "Abbiamo dovuto sopperire alle inadempienze della Provincia"

Interventi e commenti Basilicata

matera

Emergenza neve a Pisticci: "Abbiamo dovuto sopperire alle inadempienze della Provincia"

Il resoconto di 36 ore di lavoro ininterrotto per garantire sicurezza ai cittadini

di Redazione Basilicata24

I tetti di Pisticci imbiancati (Foto di William Grieco) I tetti di Pisticci imbiancati (Foto di William Grieco)

Si protrae da ormai 36 ore l’emergenza maltempo sul territorio di Pisticci: ai primi fiocchi caduti nella serata di giovedì 5 gennaio è seguita la violenta nevicata della notte dell’Epifania che ha imbiancato la cittadina collinare e le frazioni, causando non pochi disagi. Le temperature sotto lo zero hanno determinato la formazione di ghiaccio in vari rioni di Pisticci, Pisticci Scalo, Marconia e nelle campagne. Già nella giornata del 5 gennaio il Comune di Pisticci, oltre a pubblicare un vademecum per i cittadini in caso di emergenza neve, ha istituito il Centro Operativo Comunale, attivo 24 ore su 24 per garantire alla cittadinanza immediati riscontri in caso di criticità. La Protezione Civile ha operato con la consueta efficacia, trasportando nella mattina del 6 gennaio ben quattro pazienti all’Ospedale di Tinchi per effettuare la dialisi, sgomberando la neve dalla pista dell’eliporto del nosocomio pisticcese e dal Pronto Soccorso. Interventi dei volontari, dei dipendenti di Teknoservice e delle ditte esterne anche sulle principali strade dell’abitato e sulla Provinciale Pisticci-San Basilio, in attesa dei mezzi della Provincia di Matera, arrivati in netto ritardo rispetto al verificarsi dell’emergenza: “Le forti nevicate che hanno interessato diffusamente la Basilicata e le Regioni meridionali hanno determinato numerose difficoltà di approvvigionamento delle scorte di sale – spiega il Sindaco di Pisticci Viviana Verri - Molti tratti autostradali, infatti, erano bloccati, causa neve e ghiaccio e le scorte risultavano esaurite anche nei paesi limitrofi. Al momento i depositi di sale contattati sono tornati raggiungibili e stiamo provvedendo ad effettuare un rifornimento di scorte, per prevenire ulteriori disagi nelle ore serali. L’emergenza preannunciata è stata gestita tempestivamente: l’attivazione del C.O.C ci ha permesso di coordinare le operazioni ed infatti la viabilità principale è stata ampiamente garantita, per evitare che la circolazione si paralizzasse nell’intero territorio. Abbiamo dovuto far fronte con nostri mezzi anche ai ritardi della Provincia che è intervenuta sulla Pisticci-San Basilio solo nel tardo pomeriggio di ieri e all’insufficienza delle scorte di sale assicurate in origine da Teknoservice, onerata per contratto di provvedere alle operazioni di sgombero della neve dalle strade. Nonostante la buona volontà e l’impegno degli operatori della ditta, che ringrazio per il loro intervento, dobbiamo riscontrare importanti carenze organizzative che hanno avuto ripercussioni sugli interventi nelle zone maggiormente problematiche del territorio. Vista l’eccezionalità dell’evento, abbiamo assicurato 24 ore su 24 reperibilità di uomini e mezzi per far fronte alle esigenze primarie – prosegue la prima cittadina - Grazie all’ausilio dei volontari della Protezione Civile, non si sono registrate situazioni emergenziali. Continueremo a vigilare ed intervenire finché la situazione non sarà tornata alla normalità e i maggiori disagi, specie nei rioni antichi, non saranno rientrati. Raccomandiamo comunque ai cittadini di attenersi alle prescrizioni fornite a mezzo ordinanza, soprattutto di non mettersi in viaggio senza gomme termiche o catene montate e di limitare gli spostamenti dalle abitazioni allo stretto necessario”. L’Assessore con deleghe alla Protezione Civile Francesco Radesca ha sottolineato che “nella giornata di ieri sono stati impegnati circa 100 uomini tra dipendenti di Teknoservice e Ufficio di Protezione Civile, volontari del Nov, vigili urbani e operai del Comune, oltre ai dipendenti delle ditte esterne. Abbiamo assicurato la viabilità principale verso l’Ospedale e verso le principali arterie stradali, mentre adesso le nostre attenzioni si spostano sulle strade secondarie e su quelle di campagna, in modo da risolvere le problematiche e l’isolamento di alcune famiglie causato dalla formazione del ghiaccio. Saremmo potuti intervenire anche prima se non fosse stato per la mancanza di sale, dovuta ad inadempienze altrui e di cui ci siamo fatti carico per risolvere definitivamente la situazione. Le raccomandazioni sono sempre le stesse: limitare al massimo gli spostamenti e circolare con catene montate o gomme termiche”.

Sab, 07/01/2017 - 18:54
Stampa