Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Ven, 23/06/2017 - 22:01
sei qui: Home > Cultura > Arte e libri > Letteratura al femminile

Arte e libri Basilicata

Letteratura al femminile

Al via il Women’s Fiction Festival.

di Redazione Basilicata24

Letteratura al femminile

Centocinquanta ospiti provenienti da diversi paesi del mondo, di cui ottanta iscritti, trentatré eventi fra attività congressuali e incontri con il pubblico con presentazioni di libri, letture e premiazioni letterarie, due mostre dedicate alla lettura, duecento appuntamenti programmati tra gli iscritti al congresso, gli editor e gli agenti letterari presenti al Women’s Fiction Festival.

Sono i numeri dell’ottava edizione del WFF dedicata al tema “Preferisco leggere”, annunciati da Mariateresa Cascino, socia fondatrice del WFF, nel corso di una conferenza stampa ospitata oggi 27 settembre 2011 a Palazzo di Città. Insieme a lei Elizabeth Jennings, presidente del WFF e Giovanni Moliterni, socio cofondatore, Lucia Lorusso della Galleria Opera Arte e Arti, il sindaco di Matera Salvatore Adduce e l’assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Matera, Cornelio Bergantino.

Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti d’America, Germania, Svezia e Italia: sono i paesi di provenienza dei partecipanti al WFF.

“Il WFF cresce e amplifica la sua popolarità nelle case editrici internazionali, tra chi scrive per professione e tra i lettori, dichiara Elizabeth Jennings. Seguendo il trend che vede sempre di più l’editoria digitale imporsi come nuovo modello, il WFF, insieme a BookRepublic e all’agenzia letteraria Grandi & Associati, lancia Emma, una casa editrice digitale che andrà online proprio il 29 settembre prossimo, dedicata alla narrativa femminile. I dati delle ricerche, da anni, - aggiunge Jennings - , confermano quello che già tutte noi sappiamo: che le donne sono lettrici forti, e che l’arrivo dei nuovi device ci permetterà di leggere non solo su carta, ma anche sui nuovi reader, il Kindle, l’Ipad o altri dispositivi elettronici e il WFF non si fa trovare impreparato per la nuova sfida.”

 

Mar, 27/09/2011 - 20:40
Stampa