Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Ven, 28/04/2017 - 13:12
sei qui: Home > Cronaca > Mattanza di volatili in Basilicata

Cronaca Basilicata

Mattanza di volatili in Basilicata

Guardie Ecozoofile, Oipa e Forestale sulle tracce di bracconieri senza scrupoli

di Redazione Basilicata24

Mattanza di volatili in Basilicata

Cacciavano le quaglie con  richiami elettrici vietati dalla legge. La scoperta è stata fatta in nottata dai volontari dell'Oipa Italia, del Costituendo Nucleo di Guardie zoofile per la Provincia di Potenza in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato di Moliterno. Infatti i Volontari in attività di contrasto alla caccia di frodo e con l’intento di proteggere gli animali come da statuto, nelle prime ore del 5 ottobre hanno rinvenuto a Paterno, nella zona Cerzolla, una strumentazione elettronica che riproduceva il richiamo delle quaglie. Il richiamo-spiegano le guardie zoofile-non è consentito perché attira troppo facilmente le prede e ne consente l’abbattimento in numero elevatissimo. La strumentazione è stata  posto sotto sequestro dagli Agenti  della Forestale di Moliterno. Il  richiamo di tipo artigianale, era in pratica un autoradio alimentata a batteria che mediante un altoparlante riproduce il verso della quaglia registrato su di un nastro. "Questa attività- sottolineano dall'Oipa- ha purtroppo confermato la presenza dell’attività di bracconieri che senza scrupolo usano richiami acustici a funzionamento elettronico per attirare durante le ore notturne stuoli di volatili spesso stremati dalle traversate migratorie, per poi compiere all’alba delle vere e proprie mattanze. Sono in corso indagini da parte del Corpo Forestale dello Stato per individuare i responsabili dell’ attività venatoria illegale.

Mer, 05/10/2011 - 11:06
Stampa
Mattanza di volatili in Basilicata - immagine 0Mattanza di volatili in Basilicata - immagine 1Mattanza di volatili in Basilicata - immagine 2